martedì 18 marzo 2008

Un diavolo per capello

Helloooo Amici-internauti!

Mentre vi scrivo il sottofondo musicale è gentilmente offerto dall'album di Amy Winehouse, per gli ammiratori del genere vi consiglio vivamente l'ascolto. Devo dirvi che l'effetto energizzante-sollevatore di morale sta funzionando!

I miei capelli avevano bisogno di una sistemata e stamattina sono andata dalla parrucchiera, o meglio dal parrucchiere (visto che è un signorino) e ora che la folta chioma ha ripreso una forma, mi sento meglio.

Mentre ero appollaiata in una delle comode poltroncine del salone ascoltavo il commento di una signora vicina di poltrona . La signora dalla testa bicolore (parte davanti bianca, parte dietro bionda) diceva alla signorina che la seguiva che aveva aspettato un po' a tornare per la tinta perché i capelli erano di un bel colore bianco... non sono certa di aver compreso l'intero discorso per via della stagnola che avevo nei capelli (trattamento colpi di sole), ma questa frase mi ha fatto pensare a quei colori strani che vedo a tante signore di una certa età.
Mi capita spesso di notare per la strada delle signore dalla messa in piega perfetta, con i capelli bianco candido ma con degli strani riflessi che vanno dal violetto (stile mucca del cioccolato milka) al rosa confetto. Ne sono rimasta colpita tanto da domandare alla parrucchiera che pazientemente mi stava "mechando", se fossero colori naturali (cosa altamente improbabile) o in caso contrario che tipo di tinte venissero utilizzate.

Ho scoperto che il colore finale dipende dal colore del capello, fa differenza se questo è bianco o se è grigio, o se l'interessata ha ancora qualche capello scuro. Il rosa-violetto viene dato dalla tinta, ma in alcuni casi viene trattato con della schiuma particolare.

Che bello!! Mi sono proiettata nel futuro e ho provato a immaginarmi fra trenta-quarant'anni con una bellissima capigliatura color rosa cangiante un po' punk, la gioia-terrore dei futuri nipotini, parenti e amici (il terrore sarà dovuto alla pettinatura, naturalmente).

Vi ricordate nel film-musical Grease quando Francy, aspirante parrucchiera-estetista sbaglia tinta e si ritrova con la testa completamente rosa? L'effetto sui miei capelli dovrebbe essere più o meno così. Chissà?! Voi che colore scegliereste?

3 commenti:

Mikim ha detto...

Vorrei aggiungere che comunque preferisco la testa color rosa pallido che la testa "bicolore", come quella della signora di stamattina. Inoltre il monocolore, anche se inusuale farà meno paura ai bambini!!

Mat ha detto...

Ma non è meglio la testa monocolore con una tinta normale, anche se banale? Ogni tanto io vedo delle signore "attempate" con un rosso rubino in testa, che non hanno mai avuto neanche da giovani (anche xè un colore simile forse l'hannoo ottenuto solo quelli di Cernobyl)

Mikim ha detto...

Caro mat, mi sà che hai ragione... ma sei sicuro che vuoi rinunciare già da ora ad una bella tinta verde-irlanda (visto che è passato da poco S. Patrizio)?? Cmq il "rosso rubino" in testa non mi piacerebbe proprio!